Consentito l' ingresso alle classi 15 minuti prima dell'orario di inizio.

Classi a numero chiuso di 6 o 10 studenti per lezione su prenotazione.
Attenzione non bere prima, durante e dopo la lezione.

Orario classi da Gennaio 2019

 


Mattino numero chiuso di 6 studenti ore 05.45:
Lunedì - Mercoledì - Sabato ore 5.45am fine ore 7.30am
Domenica ore 6.30am fino ore 8.15am

Metà Mattina Ashtanga Base dalle ore 9 ale ore 10.5 il Lunedì - Mercoledì - Venerdì
Metà Mattina Ashtanga Base dalle ore 10.45 alle 12.15 il Martedì - Giovedì

Pausa Pranzo numero chiuso 8 studenti ore 13.30 fino ore 14.45:  Martedì - Venerdì

Serale numero chiuso di 10 studenti il Lu e Gi  ore 17.45 e 19.30 - Me ore 19.30 e 20:
Lunedì e Giovedì:
primo turno ore 1745 con ingresso ore 17.40
secondo turno ore 1930 con ingresso ore 19.00
Il Mysore ingresso dalle ore 17.45 alle ore 19.30

Mercoledì: ore 19.30 con ingresso ore 19.15
ore 20 classe introduttiva.

Week end numero chiuso di 10 studenti:
Classi a tema seminari al mattino e pomeriggio

Pranayama e Meditazione ore 10.30/11 il Lunedì - Mercoledì - Venerdì

Lella sarà presente come assistente alle classi di Ashtanga Yoga
c/o la Scuola Ashtanga Yoga Viale Caldara 9 Milano
Tel. 02 55191017 
Vedi le date in: Assistenza Scuola di Ashtanga

 

 

Ashtanga Vinyasa Yoga origine tramandata da Guruji Pattabhi Jois.

Mysore/Pratica Personale/Avanzati = per studenti che conoscono la sequenza delle posture praticando con il proprio ritmo del respiro.

Lezione guidata/Principianti = gli studenti, che non conoscono la sequenza o non la ricordano bene, verranno guidati dall’insegnante, postura dopo postura, fino a navasana.

Lezione Introduttiva: Lezione per nuovi studenti che non hanno mai praticato Ashtanga Yoga e da inserire nella lezione guidata. Per informazioni sulla lezione introduttiva contattare la scuola.

  

Personal Trainer

Il Personal Trainer è una figura professionale, esperto, conosce molto bene gli argomenti strettamente collegati a stimolazione e adattamento, possiede una grande padronanza tecnica della meccanica e della biomeccanica applicata al movimento della catena cinetica umana. Per questo motivo è in grado di suggerire e fare eseguire ai propri clienti tutti gli accorgimenti fisiologici più adatti nell’esecuzione delle asana. Il Personal Trainer è una persona sensibile e di grande intelligenza emotiva in grado di comprendere le necessità, i desideri, gli obiettivi e i limiti dei propri clienti.

Attraverso cultura, esperienza e sensibilità, è in grado di avviare i suoi clienti ad uno stile della vita sana, piacevole e gratificante dal punto di vista estetico e salutistico. E’ un professionista aperto e flessibile, in continua evoluzione tecnica e personale.

 

Personal Trainer : lezione privata singolo studente – lezione duetto due studenti.

La lezione è svolta privatamente con il cliente in Casa Shantaram.

Nel primo incontro si riferiscono le problematiche, le patologie e difficoltà incontrate durante la pratica personale e, dopo un’anamnesi completa, si decide insieme il tipo di lavoro necessario per raggiungere l’obiettivo, concordando il giorno e l’orario per gli incontri.

L’obiettivo si raggiunge con impegno e serietà, ma non è possibile stabilire un tempo preciso per raggiungerlo. Questo dipende, oltre dall’impegno del cliente, anche e soprattutto da come il corpo e la mente, della persona trattata, reagiscono al lavoro.

 

Correzioni utilizzate per le posture Yoga.

Il corpo, una cellula complessa. Questo meraviglioso contenitore. Ossa, muscoli, tendini, legamenti, derma, pelle, ipoderma, grasso, organi del golgi, organi interni, apparato respiratorio, apparato circolatorio, vie linfatiche, il cervello ecc.

Uno studio profondo, una valutazione completa, un controllo preciso. Riuscire ad osservare le differenze dei corpi, di come si muovono, di quello che hanno all’interno.

La cinesiologia studio scientifico del movimento corporeo - movimento umano, rispettando e ascoltando i recettori tendinei e muscolari; lavorando sull’ascolto del perché “non riusciamo”, parola molto usata. Del blocco che ci porta al non riuscire, che ha modificato negli anni il nostro atteggiamento e la nostra postura.

L’equilibrio interno ed esterno. Il nostro essere.

Osservare, capire, provare e creare la soluzione per le diverse patologie.

Studiare l’anamnesi, vedere i referti medici: tac, risonanze magnetiche, ecografie, radiografie ecc.

Un lungo studio che a volte si scopre con la sola osservazione e l’ascolto di chi hai davanti.

Si lavora sul corpo, dopo averlo conosciuto e rispettato. Si crea fiducia per collaborare nella più totale serenità. Rilassando il corpo e la mente è possibile abbandonarsi completamente ad un aggiustamento che potrebbe essere traumatico.

La “maestra”, intesa come tecnico della (definiamola) riabilitazione corporea; con il proprio corpo, braccia, mani, gambe, piedi, sguardo e soprattutto tocco leggero e parola, aggiusta la postura/asana controllando l’allineamento, aumentando l’apertura e l’allungamento.

Sfiora dirigendo la mano nella direzione dell’allungamento, torsione, apertura e chiusura; facendo capire da che parte bisogna dirigere la propria spinta che deve essere dolce e non a scatti.

Importantissimo correggere la postura yoga controllando il perfetto allineamento fisiologico e anatomico del corpo. Senza questo accorgimento, si rischia di aggiustare senza l’allineamento corretto utilizzando l’allineamento compensativo portando poi il corpo a seguire questa linea che, col passare del tempo, andrà a modificare la parte allungata e compensatrice del corpo. 

La conoscenza dell’essere intesa come persona completa, la conoscenza del corpo umano intesa come anatomia e cinesiologia. La conoscenza di voler apprendere, capire e imparare sempre da tutto e da tutti.

Assistente in Ashtanga Vinyasa Yoga.
Assistere una classe di studenti non è un compito facile. Tenere d’occhio tutti i loro movimenti, controllare che gli asana siano eseguiti nella corretta forma e in ordine di sequenza. Ascoltare il respiro dei praticanti, seguire i loro movimenti per capire il loro stato d’animo e le loro difficoltà. Una pratica non è come l’altra. Uno studente non è come l’altro. Gli aggiustamenti possono essere diversi per le varie problematiche o patologie del praticante. Lo sforzo che si fa, in alcune posture per poter aiutare lo studente, è molto impegnativo e pesante soprattutto quando lo studente non ha un suo equilibrio e si appoggia completamente su chi lo aiuta.

Ascoltare gli studenti ti porta a migliorare gli
aggiustamenti utilizzati per correggere le posture Yoga