è nato in una notte di luna piena nel luglio del 1915, giorno del Guru Purnima (giornata dedicata alla venerazione dei guru, ndr). Sin dall’infanzia, come per la maggior parte dei bambini bramini, gli vennero insegnati i Veda e i rituali hindu. Tutto ciò contribuì a delineare precocemente la sua strada. Non ancora adolescente, infatti, partecipò a una dimostrazione di yoga dove incontrò il suo grande maestro, Sri T. Krishnamacharya. Ma il suo destino bussò alla porta verso la fine degli anni trenta, quando il Maharaja di Mysore, mecenate di T. Krishnamacharya, propose al giovane Pattabhi di insegnare al Sanskrit College. Il 1° marzo 1937 nacque così lo Yoga Department all’interno della scuola. Nei molti anni di intensa e continua attività al Sanskrit College, Guruji ottenne il titolo di Vidvan “Dottore in materie vediche”.

Ha riscoperto lo Yoga Korunta, un testo che sembra essere stato scritto nel 2000 a.C., in una biblioteca di Calcutta. 

Nel 1948 ha fondato l'Ashtanga Yoga Research Institute a Mysore per insegnare il metodo tradizionale descritto negli antichi testi.

Grazie a lui l'Ashtanga Vinyasa Yoga si è diffuso nel mondo, insegnando fino oltre i novant’anni questo antico e tradizionale metodo. 

Il 18 maggio 2009, nella prima mattinata, si è spento a 93 anni, dopo una lunga malattia, Guruji Sri K. Pattabhi Jois, fondatore dell'Ashtanga Vinyasa Yoga. 

Pattabhi Jois era solito dire ai suoi allievi durante le sue conferenze: "Praticate, praticate! Il 99% di questo yoga è pratica, l'1% è teoria".